Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Codice Fiscale e SPID per accedere a Fisconline

 

Codice Fiscale e SPID per accedere a Fisconline

RILASCIO DI UN CODICE FISCALE O CERTIFICAZIONE DI CODICE FISCALE ESISTENTE

Il codice fiscale è indispensabile per chi desidera compiere operazioni finanziarie in Italia, in particolare nell’ambito immobiliare e/o in caso di eredità, e viene quindi rilasciato anche a chi non è cittadino italiano.
Le Aziende o Società devono richiedere il codice fiscale in Italia alla sede dell'Agenzia delle Entrate competente per territorio nel luogo di registrazione/sede dell'Azienda/Società.

Chi risiede in Inghilterra, Galles e Isole del Canale può richiedere un codice fiscale italiano se non lo ha avuto in precedenza, o una certificazione di quello esistente, ad esempio per accesso ai servizi legati all’identità digitale (SPID – solo per cittadini italiani).

In entrambi i casi si deve inviare una richiesta come da istruzioni qui sotto.

La certificazione viene inviata via e-mail, ovvero in un documento .pdf. L'Agenzia delle Entrate non rilascia più tessere in plastica. Il servizio è gratuito ed è riservato ai privati cittadini di età superiore ai 18 anni, residenti in questa circoscrizione consolare, che comprende Inghilterra, Galles e Isole del Canale. Il codice fiscale non scade e non cambia per trasferimento all’estero. Questo ufficio non ha la possibilità di modificare un codice fiscale a seguito di errore o cambiamento di nome: è necessario rivolgersi alla sede dell’Agenzia delle Entrate in Italia.

Richiesta per minori: nel caso di minori sarà necessario inviare oltre al documento d’identità del minore, anche il documento d’identità dell’adulto richiedente e .pdf del certificato di nascita o di altro documento (parte del passaporto o carta d’identità che mostra i nomi dei genitori) comprovante che il richiedente ha diritto ad agire per conto del minore. In questo caso la prova di residenza può essere la registrazione del minore con il GP oppure una bolletta intestata al genitore.

ATTENZIONE: Il CODICE FISCALE compare sulla TESSERA SANITARIA, che ha una scadenza ed è legata alla residenza in Italia. Chi risiede all'estero non ha diritto alla TESSERA SANITARIA.

La domanda di codice fiscale può essere presentata solo online (link a jot form).

La domanda va compilata in tutte le sue parti facendo attenzione ad indicare esattamente i dati del richiedente come appaiono sul documento d’identità. I cittadini italiani devono indicare il nome riportato sul documento italiano, anche se in possesso di altra cittadinanza. L’indirizzo in Italia può limitarsi all’indicazione del Comune di riferimento AIRE in Italia. Chi richiede una certificazione di codice fiscale preesistente DEVE specificare quale servizio richiede e, se lo conosce, inserire il codice fiscale nelle “note” nella richiesta online.

Richieste pervenute per posta non saranno prese in considerazione. Richieste online incomplete saranno respinte.
Prima di iniziare la compilazione, accertarsi di poter inviare i sottostanti due documenti in uno dei seguenti formati, di dimensioni non superiori ai 500Kb (pdf, doc, docx, xls, xlsx, csv, txt, rtf, html, zip, jpg, jpeg, png, gif).

1) file/immagine di un documento di identità in corso di validità che mostri foto e dati anagrafici. Siamo spiacenti ma non possiamo accettare una patente di guida;

ATTENZIONE: Il codice fiscale viene emesso in base ai dati anagrafici: nome, cognome, data e luogo di nascita. Nel caso di persone già note alla Pubblica Amministrazione italiana, questi dati devono essere conformi ai dati già in possesso dell'Amministrazione Italiana. I cittadini italiani DEVONO inserire una conferma dei dati anagrafici italiani e chi si trova nelle seguenti categorie DEVE darne informazione nella sezione “Note” della richiesta online:

- Italiani che hanno cambiato cognome a seguito di matrimonio;
- discendenti di cittadini italiani in possesso di altra cittadinanza;
- coniugi di cittadini anche italiani.

2) file/immagine di una prova di residenza in Inghilterra, Galles o Isole del Canale (solo utenza gas/luce/acqua o council tax) con datazione entro i 3 mesi alla data di presentazione della richiesta.

All’avvenuta compilazione del formulario online, l’utente visualizzerà un messaggio di ringraziamento, che conferma il buon esito della domanda e il numero di riferimento.
A causa del consistente numero di richieste, il tempo necessario per ottenere la certificazione del codice fiscale può variare. Si prega di contattare l'ufficio competente (cf.londra@esteri.it) per conoscere lo status della propria pratica solo dopo 4 settimane dalla presentazione.

Eventuali richieste urgenti, se adeguatamente segnalate nell’apposita sezione “Note” e oggettivamente comprovate, saranno trattate con priorità.

 

SPID SOSTITUISCE IL SISTEMA DI ACCESSO AI SERVIZI TELEMATICI DI FISCONLINE ATTRAVERSO PIN

Dal 1° ottobre 2020, SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti attraverso la creazione di un'unica Identità Digitale utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

I cittadini italiani iscritti all’AIRE presso questa circoscrizione Consolare non possono richiedere la tessera sanitaria italiana e per poter richiedere SPID devono quindi ottenere copia del codice fiscale rilasciata dall’ufficio Consolare incaricato.

SPID è gratuito. Per maggiori informazioni e una lista dei gestori cliccare sul link.

A partire dal 28 febbraio 2021 tutti cittadini italiani residenti in Italia che richiedono servizi in rete alla Pubblica Amministrazione italiana devono certificare esclusivamente tramite lo SPID o la CIE la propria identità.

I cittadini italiani che risiedono all’estero devono richiedere SPID entro il 30 settembre 2021.

SPID diventerà l’unico modo per accedere al servizio FASTIT, quindi l’unico modo per richiedere la registrazione del cambio di indirizzo e molti altri servizi Consolari.

Per ottenere SPID sono necessari:

  • documento di riconoscimento italiano in corso di validità (carta di identità, passaporto, patente italiana – in quella inglese non compare la cittadinanza);
  • Certificazione del codice fiscale;
  • indirizzo e-mail;
  • numero cellulare ad uso personale.

Per il rilascio della certificazione del codice fiscale, vedere: https://conslondra.esteri.it/consolato_londra/it/i_servizi/per_i_cittadini/codice_fiscale

SPID è gratuito. Per maggiori informazioni e una lista dei gestori del servizio vedere: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid?lang=it.

Si attira l'attenzione sul fatto che alcuni Identity Provider prevedono forme di riconoscimento orientate a facilitare il rilascio delle credenziali SPID agli italiani residenti all'estero: nello specifico, "Sielte" prevede il riconoscimento del richiedente de visu via webcam gratuitamente, e "Poste Italiane" prevede il rilascio delle credenziali SPID senza riconoscimento de visu, qualora il richiedente scarichi la relativa applicazione e avvicini allo smartphone il proprio passaporto biometrico.

L’Agenzia Italiana per il Digitale (AgID) ha fornito suggerimenti concreti agli Identity Provider (IdP) per modificare le procedure di attribuzione delle credenziali. Tutti gli IdP hanno garantito la pubblicazione e la messa a disposizione della propria applicazione per il rilascio dello SPID su tutti gli store dei principali sistemi operativi a livello globale, senza alcuna limitazione geografica. E' stata inoltre garantita la risoluzione della casistica dei richiedenti il cui documento italiano per l'attivazione sia privo dell'indirizzo di residenza all'estero, ma al tempo stesso non dispongano di tesserino del codice fiscale o di tessera sanitaria. Gli IdP hanno poi confermato che, in caso di mancata ricezione dell'SMS necessario per completare la registrazione o come fattore di autenticazione (dovuto generalmente a blocchi di operatori telefonici stranieri), sara' possibile un previo contatto con l'utente: gli IdP si sono impegnati a rendere esplicita tale possibilita' attraverso specifici avvisi.


364