Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Affidamento di minori italiani in caso di viaggio

 

Affidamento di minori italiani in caso di viaggio

AFFIDAMENTO DI MINORI CITTADINI ITALIANI A PERSONE DIVERSE DAI GENITORI IN CASO DI VIAGGIO

Se si desidera che un minore al di sotto di anni 14, munito di documento di viaggio italiano,  viaggi all’estero accompagnato da una persona diversa dai genitori o affidato a personale di una compagnia aerea, è necessario che venga indicato su una apposita dichiarazione  il nome della persona, dell'Ente o della compagnia di trasporto a cui il  minore stesso viene affidato.

La dichiarazione di affidamento avrà validità massima di 6 mesi, per un solo viaggio di Andata e/o Ritorno con destinazione determinata.

Per il rilascio  della dichiarazione di affidamento bisogna compilare il seguente formulario (clicca qui).

L'affidamento può avvenire anche a favore di più persone o di più compagnie aeree.

Per il rilascio della dichiarazione di affidamento, almeno uno dei due genitori dovrà presentarsi presso l’Ufficio Notarile munito di tutti i documenti d’identità sia dei genitori che del minore, durante l'orario di ricevimento al pubblico (Lunedì – Martedì e Giovedì ore 9.00 – 12.00). Non occorre in ogni caso fissare un appuntamento. L'altro genitore, se anch'esso cittadino italiano oppure cittadino di un Paese dell’Unione Europea o se non cittadino di un Paese dell’Unione ma residente in Italia, potrà concedere il proprio assenso compilando e firmando il modulo di cui sopra allegando alla sottoscrizione, che dovrà essere in originale, una copia del proprio documento di identità e affidando tali documenti al genitore che verrà presso l’Ufficio. Nel caso invece l’altro genitore sia cittadino di Paese non aderente all’Unione Europea e non regolarmente residente in Italia, dovrà presentarsi personalmente presso l’ufficio notarile.

Il rilascio della dichiarazione  è esente dal pagamento di diritti  consolari.





146