Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cosa fare in casi di comprovata urgenza

 

Cosa fare in casi di comprovata urgenza

 

4. Come richiedere il passaporto italiano in caso di urgenza

4.1. Cosa fare in casi di comprovata urgenza 4.2. Chi può richiedere il passaporto?
4.3. Tempi di rilascio & Validità 4.4. Costi e modalità di pagamento
4.5. Prenotare l’appuntamento 4.6. Documenti da presentare all’appuntamento
4.7. FAQ – Passaporti  

_________________________________________________________________________________________________________


4. Cosa fare in casi di comprovata urgenza

Nei casi di comprovata urgenza, che deve comunque essere validata dal responsabile dell’Ufficio, il cittadino italiano iscritto in AIRE nella circoscrizione Consolare di Londra può richiedere il passaporto recandosi in Consolato senza appuntamento, dalle ore 09.00 alle 12.00, dal lunedì al venerdì, con i documenti necessari.

Si informano i connazionali che, alla luce dei tempi di attesa e in ragione del numero di utenti regolarmente prenotati, al fine di assicurare un trattamento equo nei confronti di questi ultimi, vi è un limite all’accesso delle procedure di urgenza la cui chiusura potrà essere valutata in base al numero di utenti in possesso di regolare appuntamento presenti in Consolato e in attesa di essere ricevuti dall’Ufficio Passaporti.

Si informano i connazionali che si avvalgono delle procedure di urgenza che è possibile che l’attesa per il servizio si protragga fino alle ore 12.00 e oltre, al fine di assicurare priorità agli utenti prenotati, e che, salvo il caso di chi abbia una comprovata esigenza di partire nella stessa giornata in cui si presenta in Consolato, attestata da un biglietto aereo già pagato da esibire all’ingresso, è sempre possibile che il servizio passaporti d’urgenza venga sospeso e rimandato al giorno successivo.

Tale valutazione è di insindacabile competenza del Responsabile dell’Ufficio, che agisce nell’interesse esclusivo del buon andamento del servizio e dei connazionali regolarmente prenotati.


Gli utenti ricevuti senza appuntamento con comprovato motivo di urgenza dovranno in ogni caso pagare, oltre al normale costo del passaporto, anche i diritti d'urgenza (cliccare qui per vedere l'importo).

AVVERTENZE:
La tempistica relativa alle procedure di urgenza viene gestita dal Consolato.
Stanti i necessari controlli e le verifiche di legge, il rilascio del passaporto potrà NON avvenire contestualmente alla richiesta.

NEONATI: Le richieste motivate da ragioni di urgenza relative ai neonati nati in Inghilterra dovranno necessariamente essere inoltrate SOLO via posta con la dicitura URGENTE, ed essere accompagnate, oltre che dalla relativa documentazione, dall’atto di nascita apostillato per la successiva trascrizione, in mancanza del quale la domanda non potrà essere accettata.

L'urgenza deve essere giustificata da:

  • gravi motivi familiari /di salute, comprovati da certificato medico di una struttura pubblica, redatto in lingua italiana (se redatto in altra lingua occorre provvedere la traduzione ufficiale in lingua italiana o inglese) nonché dalla presentazione della prenotazione del volo, o altro titolo di viaggio,

oppure da:

  • improrogabili necessità di lavoro comprovate da richiesta motivata e dettagliata su carta intestata del datore di lavoro, nonché dalla presentazione della prenotazione del volo, o altro titolo di viaggio. Quest'ultima deve essere firmata da chi ricopre incarichi dirigenziali e deve riportare l'indicazione del nominativo di chi firma, il ruolo ricoperto ed il numero di telefono.
    Si ricorda che i benefici della procedura d'urgenza per motivi di lavoro NON potranno in alcun modo essere estesi anche ai familiari del titolare.

    NON saranno ritenute valide le seguenti prove d'urgenza/emergenza:
  • Prenotazioni di visite mediche, da effettuarsi in Italia o in altri Paesi, che siano effettuabili nel Regno Unito;
  • Certificati medici dai quali non si evinca chiaramente la presenza di una condizione medica di una certa gravità riguardante un diretto familiare;
  • I soli biglietti aerei o lettere di parenti, conoscenti, ecc.
  • Dimostrazione di impegni lavorativi urgenti comprovati da messaggi ricevuti via email
  • Autocertificazioni del richiedente su situazioni di urgenza/emergenza non comprovate da adeguata documentazione in supporto;
  • Le gite scolastiche.


AVVERTENZE PER COLORO CHE:

  • sono nati all’estero,
  • hanno acquisito la cittadinanza italiana all’estero o in Italia (ma NON tramite il Consolato generale d’Italia in Londra)
  • hanno acquisito la cittadinanza italiana per matrimonio all’estero o in Italia (ma NON attraverso il Consolato Generale d’Italia in Londra)

Prima di avviare la procedura di richiesta di passaporto italiano, occorre assicurarsi che il proprio atto di nascita sia stato registrato presso il proprio Comune di iscrizione A.I.R.E.. Laddove il connazionale non sia in possesso dell’atto di nascita trascritto in Italia, contestualmente alla domanda di rilascio del passaporto, ne presenta copia eventualmente legalizzata/apostillata e tradotta.

Quanto sopra si applica a tutti i connazionali, inclusi coloro che sono già in possesso di precedente passaporto italiano.

Per le informazioni inerenti la registrazione degli atti di nascita, la cui competenza è dell’Ufficio di Stato Civile, clicca qui.


272