Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadini italiani residenti AIRE e non residenti

Data:

08/04/2020


Cittadini italiani residenti AIRE e non residenti

L'assistenza economica erogata dal Consolato Generale è destinata ai connazionali che versano in una situazione di indigenza. Questi connazionali possono ricevere dal Consolato Generale un aiuto (economico o di altro tipo) per superare, momentaneamente, la propria difficile situazione. Questo tipo di intervento ha un carattere straordinario e di eccezionalità e non può essere inteso come uno strumento di sostegno continuativo al reddito.

Iscritti AIRE

L’assistenza può essere erogata, in formato di sussidio in denaro o mediante altre forme di assistenza indiretta, ai connazionali iscritti all'AIRE previa verifica della condizione di indigenza da parte del richiedente e dei soggetti obbligati al mantenimento indicati dal nostro Codice Civile.

Il Consolato concentra le proprie risorse nell'assistenza alla fascia più povera di connazionali, sulla base dei seguenti criteri:

  • reddito (priorità a coloro che ne sono totalmente sprovvisti, che non ricevono pensione o altri sussidi);
  • età (priorità ai più anziani);
  • situazione di famiglia (priorità alle persone che non hanno abitazione o che non hanno familiari che li possano aiutare);
  • salute (priorità a coloro che necessitano di cure prolungate e/o molto onerose);
  • familiari a carico diversamente abili.

Non iscritti AIRE

Ai non iscritti all'AIRE tale assistenza assume solo ed esclusivamente la forma di prestito con promessa di restituzione, solitamente erogata per contribuire alle spese di rimpatrio in situazioni di emergenza. Tale prestito deve essere onorato non appena si fa rientro in Italia. Anche in questo caso, l'intervento può essere accordato solo previa dimostrazione dell'oggettiva impossibilità da parte dei congiunti del richiedente a farsi carico di dette spese.

Il modulo di richiesta è scaricabile qui. La domanda, corredata da copia del documento d’identità e di ogni altro documento utile a dimostrare la condizione di precarietà economica, potrà essere inviata a:

Consolato Generale d'Italia - Ufficio Assistenza Sociale
"Harp House", 83/86 Farringdon Street EC4A 4BL London

Oppure per email: sociale.londra@esteri.it

 


1203