Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Certificati penali

 

Certificati penali

Certificati Penali, del Casellario Giudiziale e dei Carichi Pendenti

Questo Consolato Generale è competente per la certificazione di conformità delle traduzioni in inglese di alcuni certificati penali, del casellario giudiziale e dei carichi pendenti rilasciati dalle autorità italiane esclusivamente a cittadini italiani.

Per informazioni su come ottenere certificati penali britannici per uso in Italia si veda invece http://conslondra.esteri.it/consolato_londra/it/la_comunicazione/domande_frequenti/certificato-penale-britannico.html

I certificati italiani e come ottenerli

La richiesta dei certificati e della relativa legalizzazione tramite apostilla (necessaria all’utilizzo dei certificati nel Regno Unito) deve essere presentata autonomamente dagli interessati, o da persona da essi delegata, alla Procura della Repubblica in Italia. Alcune Procure della Repubblica dispongono di procedure postali per il rilascio di tali certificati per chi si trovi all’estero. Un esempio è la Procura della Repubblica di Roma. Si invitano gli interessati a prendere contatto direttamente con gli uffici competenti per ottenere informazioni a tale riguardo.

Per informazioni generali riguardanti le tipologie di certificato e l’ottenimento degli stessi per i residenti all’estero si veda: https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_3_3.page

Il certificato penale è un documento che riporta l’elenco delle condanne penali passate in giudicato. Il d.Lgs. n. 122/2018, ha inglobato il certificato penale ed il certificato civile nel certificato del casellario giudiziale, contenente anche l’eventuale iscrizione o non iscrizione al casellario giudiziale europeo. Tali certificati hanno validità massima di sei mesi dalla data di rilascio.

Il certificato del casellario giudiziale e la sua legalizzazione tramite apostilla possono essere richiesti presso qualsiasi Procura della Repubblica, indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza dell’interessato.

Il certificato dei carichi pendenti, invece, è quel documento che riporta l’elenco dei procedimenti penali ancora in corso e a carico del richiedente. Anche questo certificato ha validità massima di sei mesi dalla data di rilascio. Il certificato dei carichi pendenti e la sua legalizzazione tramite apostilla possono essere richiesti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale che ha giurisdizione sul luogo di residenza (passata o presente) dell’interessato. Non sussistono comunque divieti al rilascio da parte di una Procura della Repubblica diversa da quella di residenza, in tal caso il certificato riporterà i soli procedimenti pendenti presso il relativo Tribunale.

Le certificazioni di conformità della traduzione in inglese di certificati italiani

I cittadini stranieri (in qualunque caso) ed i cittadini italiani i cui certificati riportino condanne penali o procedimenti penali in corso, dovranno rivolgersi ad un traduttore nel Regno Unito per ottenere la certificazione di conformità della traduzione in inglese. Una lista di traduttori noti a questo Consolato è disponibile alla pagina https://conslondra.esteri.it/consolato_londra/it/in_linea_con_utente/info_utili/info-utili.html#Traduttori_Interpreti

Invece, i soli cittadini italiani i cui certificati NON riportino condanne penali o procedimenti penali in corso, potranno richiedere certificazione di conformità della traduzione in inglese all’Ufficio Notarile di questo Consolato, secondo la procedura postale illustrata di seguito.

Sarà innanzitutto necessario inviare per e-mail, all’indirizzo notarile.londra@esteri.it, la seguente documentazione:

  1. Scan in formato PDF di un documento di identità italiano (passaporto o carta d’identità) dell’interessato, in corso di validità;
  2. Scan in formato PDF del certificato debitamente apostillato;
  3. Traduzione in inglese del certificato, in formato Word. Tale traduzione potrà essere effettuata dagli interessati stessi utilizzando ed adattando i seguenti modelli per il certificato del casellario giudiziale e per il certificato dei carichi pendenti.

Una volta verificata l’accettabilità dei documenti allegati, l’Ufficio risponderà al richiedente per autorizzare l’invio postale della seguente documentazione cartacea:

  • Fotocopia di un documento di identità italiano (passaporto o carta d’identità) dell’interessato, in corso di validità;
  • Certificato IN ORIGINALE e debitamente apostillato;
  • Stampa della traduzione in inglese del certificato;
  • Un postal order per ogni certificato per il quale si desideri certificare la traduzione. Il Postal Order è acquistabile presso qualunque Post Office, deve essere indirizzato al Consolato Generale d’Italia a Londra e deve contenere importo pari a quello indicato all’art. 72C della Tabella dei diritti consolari;
  • Una busta pre-affrancata “Special Delivery”, riportante l’indirizzo a cui l’interessato desidera ricevere la documentazione una volta convalidata. E’ acquistabile presso qualunque Post Office.

L’indirizzo a cui inviare la documentazione cartacea è il seguente:

Notary Office
Consulate General of Italy in London
Harp House, 83-86 Farringdon Street
London EC4A 4BL

Qualora la documentazione inviata non fosse completa e corretta, non sarà possibile procedere con la certificazione di conformità della traduzione.

Formulari

Modello di richiesta di certificato del casellario giudiziale ovvero dei carichi pendenti

Modello traduzione certificato del casellario giudiziale

Modello traduzione certificato dei carichi pendenti

 


383