Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

FAQ AIRE

->  Posso avere una residenza in Italia e una all’estero?

NO. Rimane la regola generale che si può avere un’unica residenza: in Italia oppure all’estero.

->  Cosa comporta la mia iscrizione AIRE per la ASL?

Dal momento in cui ti iscrivi all’AIRE vieni cancellato dal Servizio Sanitario Nazionale e la copertura sanitaria viene trasferita alle autorità sanitarie locali del paese estero di residenza. Consulta il sito Internet del Ministero della Salute in caso di rientro temporaneo Italia.

->  Cosa comporta la mia iscrizione AIRE per la residenza fiscale?

Il Consolato non è competente in materia fiscale e pertanto per informazioni di natura fiscale devi rivolgerti all’Agenzia delle Entrate.

->  Devo comunque pagare le tasse sulla casa che possiedo in Italia?

Per informazioni sulle tasse sulla casa di proprietà in Italia puoi rivolgerti all’Ufficio Tributi del Comune dove si trova l’immobile.

->  Quali sono le agevolazioni per il rimpatrio?

Se sei cittadino italiano residente all’estero da almeno 12 mesi e trasferisci la tua residenza in Italia hai diritto agevolazioni doganali e – a seconda delle normative regionali, provinciali o comunali – ad eventuali contributi finanziari. Le esenzioni doganali si applicano ai beni mobili ad uso personale oltre che all’autovettura posseduta da almeno 6 mesi. Il rientro dei beni deve avvenire entro 12 mesi dalla data dichiarata come ultimo giorno di residenza all’estero. Per ulteriori informazioni consulta le pagine dell’Ufficio Notarile di Londra.

->  Ho bisogno di un certificato, come lo ottengo?

Gli uffici consolari NON sono titolari al rilascio di certificati di residenza o di iscrizione all’AIRE. Pertanto dovrai richiedere il certificato di residenza al comune italiano presso la cui AIRE risulti essere iscritto oppure effettuare la richiesta tramite il portale ANPR.

Ti ricordiamo che dal 1° gennaio 2012 le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni (quindi anche da questo Consolato) sono valide ed utilizzabili solo nel rapporto fra privati (L.183 del 12/11/11 art.15). Nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione ed i gestori di pubblici servizi, i certificati (quindi anche quello di residenza) sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive (autocertificazioni) o dall’atto di notorietà.

Per un certificato da consegnare ad altro privato residente all’estero o ad un’Amministrazione di un Paese diverso dall’Italia, dovrai rivolgerti comune italiano presso la cui AIRE risulti essere iscritto. Questo certificato è valido solo per l’estero.

->  Non ho un’utenza Fast It, cosa faccio?

  • Accedi al portale Fast It, clicca sul tasto “Registrazione” e crea una tua utenza inserendo un indirizzo e-mail ed i dati anagrafici (COGNOME/I, nome/i, luogo e data di nascita) esattamente come riportati nei documenti rilasciati dalle autorità italiane, evitando aggiunte ed omissioni di eventuali nomi, accenti ed apostrofi.
  • Seleziona Regno Unito e la località di residenza estera per identificare il Consolato di competenza.
  • Clicca sul link ricevuto all’indirizzo e-mail fornito per attivare la nuova utenza Fast It.

->  Per il Fast It quale indirizzo elettronico posso utilizzare?

Utilizza un indirizzo e-mail ordinario e NON un indirizzo PEC perché i sistemi di posta certificata non accettano e-mail dai sistemi di posta ordinaria e questo rende impossibile la verifica dell’e-mail in fase di registrazione ed il reset della password.

->  Come accedo al Fast It, credenziali oppure SPID?

Entra nel portale Fast It dalla home page, clicca sul tasto “Login” per accedere con le tue credenziali (username e password) inserite in fase di registrazione. In alternativa, clicca sul tasto “Entra con SPID” per accedere con le tue credenziali SPID. In tal caso, le credenziali (username e password) inserite in fase di registrazione saranno disabilitate per motivi di sicurezza, tutti gli accessi successivi potranno avvenire SOLO tramite lo SPID, e il reset della password e la modifica dei dati anagrafici non saranno più operative.

->  Ho un’utenza Fast It ma NON sono iscritto AIRE, cosa faccio?

Segui la procedura dettagliata al punto 1.5. Per semplicità, uno schema della procedura è disponibile al punto 1.6. Puoi trovare indicazione su come inserire i dati, quali documenti inviare e come caricarli sul portale Fast It al punto 1.7.

->  NON ho un’utenza Fast It ma sono iscritto all’AIRE da tanto tempo, cosa faccio?

Entra nel portale Fast It dalla home page, clicca sul tasto “Anagrafe Consolare e Aire” e poi sul riquadro “Visualizzazione della propria scheda anagrafica” e segui la procedura di verifica della tua identità fino alla visualizzazione del messaggio di associazione. Questa procedura, normalmente evasa in 1-2 giorni, associa la tua nuova utenza Fast It con la scheda presente nello schedario consolare. Effettuata l’associazione, potrai accedere ai servizi consolari disponibili sulla piattaforma Fast It come ad esempio la variazione d’indirizzo / residenza all’interno della stessa circoscrizione consolare oppure la variazione di sede consolare.

->  Qual è il Consolato competente sulla base del mio l’indirizzo di residenza nel Regno Unito?

Nel Regno Unito ci sono 3 Consolati: Londra, Manchester e Edimburgo. Una mappa schematica dei rispettivi territori di competenza è disponibile sulla pagina principale dei siti dei Consolati.

->  Quali sono i territori di competenza della circoscrizione consolare di Londra?

La circoscrizione consolare di Londra comprende i territori di Sud dell’Inghilterra*, Galles, Isole Normanne, Gibilterra e i Territori della Georgia del Sud e delle Sandwich Australi.

*Contee: Bedfordshire, Berkshire, Bristol, Buckinghamshire, Cambridgeshire, City of London, Cornwall, Devon. Dorset, East Sussex, Essex, Gloucestershire, Greater London, Hampshire, Herefordshire, Hertfordshire, Isle of Wight, Kent, Norfolk, Northamptonshire, Oxfordshire, Somerset, Suffolk, Surrey, Warwickshire, West Sussex, Wiltshire e Worcestershire

->  Quando devo iscrivermi all’AIRE? Vivo in UK da diverso tempo e non mi sono mai iscritto, posso farlo ora?

L’iscrizione è un adempimento amministrativo per coloro che trasferiscono, o intendono trasferire, la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi. L’adempimento deve essere effettuato entro 90 giorni dal trasferimento all’estero e NON dopo 12 mesi di residenza all’estero. Puoi richiedere l’iscrizione all’AIRE sempre ed in qualsiasi momento ma non può avere valenza retroattiva.

->  Io e il mio partner convivente dobbiamo iscriverci all’AIRE, dobbiamo presentare due domande di iscrizione separate?

NO. Dovete presentare una richiesta UNICA che include tutti i familiari conviventi ancora non iscritti all’AIRE. Quando la stessa richiesta di iscrizione AIRE è presentata da più membri dello stesso numero familiare, purtroppo il sistema Fast It consente di approvarne una sola e rifiuta l’altra. Si tratta semplicemente di un disguido di natura tecnica che non pregiudica l’invio della richiesta di iscrizione al Comune competente in Italia.

Una volta che il Consolato avrà processato la pratica e inviato la richiesta al Comune in Italia, i cittadini italiani maggiorenni potranno comunque accedere autonomamente alla propria scheda consolare. Per farlo dovranno: entrare nel portale Fast It, cliccare sul tasto “Registrazione” e seguire la procedura per la creazione e l’attivazione di un’utenza Fast It a proprio nome. Accedere nuovamente al portale Fast It usando le credenziali dell’utenza appena creata oppure tramite lo SPID, cliccare in alto sul tasto “Anagrafe Consolare e Aire” e poi sul riquadro “Visualizzare la propria scheda anagrafica”. Questa procedura, normalmente evasa in 1-2 giorni, associa la nuova utenza Fast It con la scheda presente nello schedario consolare.

->  Voglio presentare un’iscrizione presso un familiare già iscritto all’AIRE di Londra, come faccio?

NON includere il familiare già iscritto nella richiesta di iscrizione per evitare la segnalazione della pratica con conseguenti rallentamenti. Puoi includere tra gli allegati una breve dichiarazione con le generalità di eventuali familiari conviventi già iscritti.

->  Come compilo correttamente le richieste AIRE in presenza di minori nel nucleo familiare?

Per le richieste di iscrizione AIRE di famiglie che includono minori con atto di nascita già trascritto in Italia, è necessario acquisire l’assenso di entrambi i genitori, anche se non in possesso della cittadinanza italiana. Ricordati quindi di dichiarare su Fast It anche i familiari stranieri conviventi e di includere le firme di entrambi i genitori nel formulario. Se invece uno dei genitori è residente a un altro indirizzo, allega alla pratica Fast It il suo assenso utilizzando il formulario disponibile alla sezione Modulistica AIRE. Se non è possibile ottenere l’assenso dell’altro genitore, contattaci all’indirizzo e-mail aire.londra@esteri.it.

->  Da quando decorre l’iscrizione?

La decorrenza dell’iscrizione all’AIRE corrisponde con la data di presentazione al Consolato di riferimento tramite il portale Fast It di una domanda corretta e completa.

->  Perché il Consolato non può verificare l’esattezza del comune di ultima residenza indicato sul formulario?

Il Consolato non ha accesso al portale ANPR. Al fine di evitare rallentamenti nella lavorazione dell’iscrizione AIRE, ti invitiamo a prestare particolare attenzione al campo Comune di ultima residenza sia per il richiedente che per i familiari conviventi.

->  Quale comune inserisco? Ultima residenza? Comune di origine dei genitori?

Il Comune di iscrizione AIRE corrisponde al Comune in Italia nella cui Anagrafe della Popolazione Residente (APR) era registrata l’ultima residenza. Con l’iscrizione all’AIRE, infatti, il Comune aggiorna i propri schedari anagrafici ed elettorali con la contestuale cancellazione di tutti i componenti del nucleo familiare (italiani e non) dalla propria Anagrafe della Popolazione Residente (APR) e la simultanea iscrizione del connazionale ed eventuali familiari italiani conviventi nella propria Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).

Per i nati all’estero che non hanno mai vissuto in Italia, si fa riferimento al Comune in Italia che ha trascritto l’atto di nascita. Questo coincide generalmente con il Comune italiano di origine del genitore italiano / i genitori italiani.

->  Come modifico il Comune di iscrizione AIRE?

Puoi utilizzare l’apposito formulario disponibile sul nostro sito (clicca qui). Ti ricordiamo che è possibile cambiare la tua iscrizione AIRE da un Comune italiano ad un altro Comune italiano diverso da quello attuale solo ed esclusivamente quando hai membri del tuo nucleo familiare residenti o iscritti all’AIRE nel Comune in cui ti vuoi trasferire.

->  Come faccio a sapere se la mia richiesta Fast It è corretta?

A causa dell’elevata quantità di richieste ricevute non è possibile confermare la correttezza delle singole richieste prima che esse vengano processate. Pertanto assicurati di aver caricato sul portale Fast It tutti i documenti richiesti nelle varie sottosezioni riguardanti l’iscrizione AIRE (punto 1.7), l’aggiornamento AIRE (punto 2.4), il trasferimento verso il Regno Unito (punto 3.4).

L’invio di documentazione NON completa implica la sospensione della pratica e comporta la richiesta di integrazione dei documenti mancanti tramite il portale Fast It all’indirizzo e-mail del richiedente. Pertanto assicurati di avere comunicato correttamente l’indirizzo e-mail e controlla anche la cartella di posta indesiderata. Per la rapida lavorazione della pratica Fast It, vedi gli schemi nelle sottosezioni riguardanti l’iscrizione AIRE (punto 1.7), l’aggiornamento AIRE (punto 2.4), il trasferimento verso il Regno Unito (punto 3.4).

->  Come faccio a sapere se avete ricevuto la mia richiesta di iscrizione all’AIRE?

Se la richiesta di iscrizione all’AIRE è stata correttamente effettuata online, al termine della procedura visualizzi un messaggio automatico di conferma della “Richiesta inviata con successo” e di “stato attuale della richiesta è: Presentata”, e riportante un numero identificativo della pratica. Ti consigliamo di controllare anche l’indirizzo e-mail fornito in fase di registrazione inclusa la cartella di posta indesiderata.

Se non visualizzi il messaggio, ti consigliamo di riiniziare la procedura, facendo attenzione che i file caricati non superino le dimensioni indicate di 1 MB.

->  Come faccio ad avere conferma che sono stato iscritto all’AIRE?

Devi richiedere la conferma dell’avvenuta iscrizione in AIRE NON a questo Consolato Generale di Londra ma al tuo Comune in Italia in quanto titolare, per legge, alla regolare tenuta ed aggiornamento dei propri schedari dell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE). Vedi lo schema al punto 1.6.

Quando il Consolato trasmette l’istanza al Comune invia una copia della comunicazione anche al tuo indirizzo e-mail fornito in fase di registrazione. Ti consigliamo di controllare anche la cartella di posta indesiderata.

->  Come faccio a consultare la mia scheda consolare?

Entra nel portale Fast It usando le credenziali della tua utenza oppure tramite lo SPID, clicca in alto sul tasto “Anagrafe Consolare e Aire” e poi sul riquadro “Visualizzare la propria scheda anagrafica”.

->  Ho un’utenza Fast It e sono iscritto AIRE, come comunico la mia variazione di indirizzo?

Segui la procedura dettagliata al punto 2.2

->  Come faccio ad avere conferma che il mio cambio di indirizzo AIRE è stato registrato?

Devi richiedere la conferma dell’effettivo aggiornamento AIRE al tuo Comune in Italia e NON a questo Consolato Generale di Londra. Il Comune è il solo titolato alla regolare tenuta ed aggiornamento dei propri schedari dell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE). Vedi lo schema al punto 2.3. Quando il Consolato trasmette l’istanza al Comune italiano invia una copia della comunicazione anche all’indirizzo e-mail fornito in fase di registrazione. Ti consigliamo di controllare anche la cartella di posta indesiderata.

->  Quali documenti emessi dall’autorità italiane devo allegare alle richieste Fast It?

Per i familiari inseriti nella richiesta e dichiarati di cittadinanza ITALIANA è fondamentale allegare una copia dei documenti d’identità rilasciati da autorità italiane, come passaporto, carta d’identità o la documentazione di riconoscimento della cittadinanza italiana o altri documenti che permettono di comprovare il prerequisito per l’iscrizione all’AIRE (cittadinanza) e verificare la corrispondenza dei dati anagrafici inseriti nella richiesta con quelli presenti nei registri dell’autorità italiane.

Il connazionale nato all’estero, in alternativa, dovrà presentare una copia della documentazione richiesta al Comune di riferimento in Italia e comprovante che il certificato di nascita straniero è stato trascritto presso il Comune come i certificati chiamati “estratto per riassunto dell’atto di nascita” o “integrale dell’atto di nascita”.

->  Quali sono le prove di indirizzo accettate e quelle NON valide?

Un elenco non esaustivo delle prove di indirizzo accettate e quelle NON valide è disponibile nelle sottosezioni “inviare i documenti necessari” riguardanti l’iscrizione AIRE (punto 1.7), l’aggiornamento AIRE (punto 2.4), il trasferimento verso il Regno Unito (punto 3.4).

->  Perché devo allegare alla mia richiesta Fast It una prova di indirizzo recente?

La prova di indirizzo recente (se possibile non antecedente gli ultimi 3 mesi) permette al Consolato di mantenere attivo il contatto con il connazionale che potrà ricevere all’indirizzo corretto la documentazione in caso di consultazioni elettorali a livello nazionale (non regionale) e referendarie, eventuali comunicazioni delle Autorità italiane e le notifiche inviate dal Consolato.

->  Come faccio a caricare tutti i documenti richiesti su Fast It?

Per poter completare la procedura, il portale Fast It attiva il tasto “Trasmetti la domanda” solo dopo aver caricato un minimo dei 3 documenti richiesti. Permette però di caricare fino ad un massimo di 13 allegati.

La documentazione può essere scannerizzata ed inviata in formato pdf oppure fotografata ed inviata in uno dei formati di file immagine comunemente utilizzati (ad es. jpeg, png etc.). I documenti possono essere combinati ed uniti ma, singolarmente, gli allegati NON devono superare la grandezza massima di 1 MB.

->  I miei familiari conviventi stranieri inseriti nella domanda possono essere iscritti all’AIRE?

NO. All’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE) possono essere iscritti solo i cittadini italiani. I familiari stranieri sono registrati negli schedari consolari.

->  Non riesco a registrarmi o ad utilizzare i servizi del portale Fast It cosa faccio?

NON usare telefoni cellulari ed in caso di ostacoli tecnici ti suggeriamo di:

  • cambiare la piattaforma di navigazione / browser (Chrome, Firefox, etc.);
  • utilizzare la modalità in incognito;
  • disabilitare eventuali traduttori automatici e javacript.

Se le soluzioni proposte non sono sufficienti, contattaci all’indirizzo e-mail aire.londra@esteri.it specificando le generalità complete, la descrizione della problematica incontrata ed allegando il documento d’identità e, se possibile, lo screenshot del portale Fast It.

->  Ho dimenticato la mia password di accesso a Fast It, cosa faccio?

Dalla home page del portale Fast It, clicca su tasto “Login”, clicca su “recupero password”, inserisci l’indirizzo e-mail utilizzato in fase di registrazione. Riceverai un’e-mail con le indicazioni per effettuare l’accesso.

->  Ho registrato un’utenza Fast It ma non ho ricevuto l’e-mail con il link di attivazione, cosa faccio?

Ti consigliamo di controllare la cartella di posta indesiderata. Se non hai ricevuto l’e-mail, accedi di nuovo al portale Fast It con le tue credenziali e clicca sul link “invia nuovamente il codice” che compare dopo aver effettuato il login.

->  Per ulteriori informazioni, consulta la sezione “Domande frequenti” disponibili sul portale Fast It.