Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Traduzione e legalizzazione dei documenti

Si informa che questo Consolato Generale non effettua traduzioni né attestazioni (certificazioni) di conformità di traduzioni, ad eccezione delle dichiarazioni di valore di titoli di studio britannici e degli atti di stato civile di cittadini italiani ai fini della trascrizione in Italia a cura di questo Consolato Generale.

Coloro che hanno bisogno di tradurre documenti britannici dall’inglese all’italiano potranno avvalersi delle seguenti possibilità:

  1. Servirsi di un traduttore giurato in Italia – le liste dei traduttori giurati sono disponibili presso i Tribunali italiani;
  2. Asseverazione di traduzione (già predisposta), da effettuarsi presso i Tribunali italiani od i Comuni italiani;
  3. Traduzione dei documenti britannici a cura di traduttori professionisti appartenenti ad uno degli enti di traduttori ufficiali riconosciuti dalle autorità britanniche: Chartered Institute of Linguists (CIOL), Institute of Translation and Interpreting (ITI), Association of Translation Companies (ATC).
    Il traduttore dovrà indicare le proprie generalità (nome, cognome, data e luogo di nascita) e la data in cui è stata effettuata la traduzione. La stessa dovrà inoltre riportare la seguente dicitura: “La presente traduzione in italiano è conforme all’originale in lingua inglese allegato”.
    Successivamente, un notaio pubblico (Notary Public) dovrà certificare l’autenticità della firma e l’appartenenza del traduttore all’ente di riferimento (CIOL/ITI/ATC). La firma del Notary Public dovrà essere legalizzata tramite Apostille dal UK Legalisation office.

Coloro, invece, che hanno bisogno di tradurre in inglese documenti italiani potranno rivolgersi ad un traduttore di professione reperibile online oppure contattare uno dei traduttori noti a questo Consolato riportati nella lista dei traduttori.