Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Registrare la sentenza di divorzio

Per la trascrizione della sentenza di divorzio è necessario che prima sia registrato il matrimonio.

Istruzioni:

CAUSE INTERVENUTE PRIMA DEL 31/12/2020:

  1. compilare interamente il modulo di richiesta di trascrizione (Dichiarazione sostitutiva dell’Atto di Notorietà – Mod. n. 12) (cliccare qui); la richiesta deve essere firmata dal connazionale che richiede la trascrizione;
  2. allegare copia di un documento d’identità valido;
  3. allegare la sentenza di divorzio (“DECREE ABSOLUTE”in originale; la sentenza deve essere munita del timbro del Giudice (o in alternativa di eguale dichiarazione di un avvocato o notaio): ‘‘I certify that this is a true copy of an original document filed with this Court’’ e di traduzione in italiano (cliccare qui per Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale). In caso di divorzio britannico trasmesso dalla Corte in formato digitale (PDF a mezzo email), allegare la nota di consegna con cui la Corte trasmette il documento al richiedente;
  4. allegare il Modello Art. 39– Form D180 in originale (cliccare qui – Mod. n. 13) – tale certificato deve essere compilato in tutte le sue parti dall’interessato e poi deve essere datato, firmato e timbrato dalla Corte (dal District Judge) con la frase: “I certify that this is a true copy of the original document filed with this Court”  Il modello NON necessita di traduzione;
  5. solo in caso la sentenza sia stata resa in contumacia (“Default of Appearance”) ed il richiedente la trasmissione sia il “petitioner” (attore): conferma di relata di notifica al convenuto (“Acknowledgement of service”) con traduzione in italiano (cliccare qui per la Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale) e munita sempre del suddetto timbro di “true copy” da parte del Giudice;
  6. allegare l’accordo sui figli minori (“AGREEMENT FOR CHILDREN”) – questo solo nel caso vi siano figli minori (al tempo della presentazione della domanda)  – tale accordo deve essere munito anch’esso del suddetto timbro di ‘’true copy’’ da parte del Giudice e di traduzione in italiano (cliccare qui per la Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale). In alternativa, qualora non ci sia stato un “agreement for children” è possibile fornire uno dei seguenti documenti: lettera della corte che certifica la non necessità di intervento in merito a figli minori con traduzione in italiano oppure prova di accordo raggiunto tra le parti in merito davanti ad avvocato britannico o agenzia riconosciuta dal Governo britannico con traduzione in italiano oppure autocertificazione in italiano attestante una delle suddette circostanze.

CAUSE INTERVENUTE DOPO IL 31/12/2020:

  1. compilare interamente il modulo di richiesta di trascrizione (Dichiarazione sostitutiva dell’Atto di Notorietà) (cliccare qui); la richiesta deve essere firmata dal connazionale che richiede la trascrizione;
  2. allegare copia di un documento d’identità valido;
  3. allegare “DECREE NISI” oppure “CONDITIONAL ORDER” in originale, con il timbro del Giudice (o in alternativa eguale dichiarazione di un avvocato o notaio): ‘‘I certify that this is a true copy of an original document filed with this Court’’. Questo documento deve essere LEGALIZZATO con “Apostille“, rilasciata da parte del UK Foreign & Commonwealth Office (clicca QUI) e deve essere tradotto in italiano (cliccare qui per Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale); la traduzione non necessita di Apostille;
  4. allegare “DECREE ABSOLUTE”  oppure “FINAL ORDER” in originale, munito del timbro del Giudice (o in alternativa eguale dichiarazione di un avvocato o notaio): ‘‘I certify that this is a true copy of an original document filed with this Court’’. Questo documento deve essere LEGALIZZATO con “Apostille“, rilasciata da parte del UK Foreign & Commonwealth Office (clicca QUI); la sentenza deve essere munita di traduzione in italiano (cliccare qui per Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale); la traduzione non necessita di Apostille. In caso di divorzio britannico trasmesso dalla Corte in formato digitale (PDF a mezzo email) allegare la nota di consegna con cui la Corte trasmette il documento al richiedente;
  5. allegare l’accordo sui figli minori (“AGREEMENT FOR CHILDREN”) – questo solo nel caso vi siano figli minori (al tempo della presentazione della domanda)  – tale accordo deve essere munito di traduzione in italiano (cliccare qui per la Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale) e munito del suddetto timbro di ‘’true copy’’ da parte del Giudice. Questo documento deve essere LEGALIZZATO con “Apostille“, rilasciata da parte del UK Foreign & Commonwealth Office (clicca QUI); la traduzione non necessita di Apostille. In alternativa, è possibile fornire: lettera della corte che certifica la non necessità di intervento in merito a figli minori con traduzione in italiano; prova di accordo raggiunto tra le parti in merito davanti ad avvocato britannico o agenzia riconosciuta dal Governo britannico con traduzione in italiano; autocertificazione attestante una delle suddette circostanze fatta in italiano;
  6. solo in caso la sentenza sia stata resa in contumacia (“Default of Appearance”) ed il richiedente la trasmissione sia il “petitioner” (attore): conferma di relata di notifica al convenuto (“Acknowledgement of service”) con traduzione in italiano (cliccare qui per la Lista dei Traduttori noti a questo Consolato Generale) e munita del suddetto timbro di “true copy” da parte del Giudice. Questo documento deve essere LEGALIZZATO con “Apostille“, rilasciata da parte del UK Foreign & Commonwealth Office (clicca QUI); la traduzione non necessita di Apostille.

Inviare quanto sopra per Special Delivery a:

CONSOLATO GENERALE D’ITALIA – Ufficio Stato Civile –  “Harp House” – 83/86 Farringdon Street – EC4A 4BL London. (Si prega di includere una Special Delivery, pre-affrancata, in caso di restituzione della documentazione).

ATTENZIONE:

  • In caso di divorzi avvenuti in altri Paesi esteri diversi dal Regno Unito, il connazionale dovrà provvedere alla legalizzazione e alla traduzione in italiano di tali sentenze di divorzio. Sia per la legalizzazione che per la traduzione dovrà rivolgersi alla competente Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana competente per quel Paese. (p.es.: Bangladesh – Ambasciata d’Italia a Dhaka). Per sentenze di divorzio ottenute in Brasile, si consiglia di prendere visione delle indicazioni specifiche messe a disposizione dal Consolato d’Italia di San Paolo, in merito agli atti brasiliani necessari per la registrazione (clicca QUI) e si ricorda di allegare sempre i 2 formulari (presenti sul sito di San Paolo) di richiesta di registrazione compilati e firmati.
  • QUALORA LA DOCUMENTAZIONE SIA COMPLETA E CORRETTA E LA PRATICA POSSA ESSERE PROCESSATA, I CERTIFICATI ORIGINALI NON VERRANNO RESTITUITI.
  • Si informano i connazionali che, nel caso la suddetta documentazione pervenga a questo Ufficio incompleta o errata, la pratica non verrà processata e i documenti verranno restituiti all’interessato che abbia incluso nella documentazione anche una busta pre-affrancata (Special Delivery), come riportato sopra.